Analisi della Legionella

Analisi della Legionella
€ 90,00

Legionella pneumophila è batterio ubiquitario degli ambienti acquatici naturali (acque sorgive, comprese quelle termali, fiumi, laghi, fanghi, ecc laghi); da questi ambienti ha la capacità di raggiungere i condotti cittadine e gli  impianti idrici degli edifici, quali serbatoi, tubature, fontane e piscine ( amplificatori e disseminatori del microrganismo, che creano un potenziale rischio per la salute umana). Negli  impianti idrici, il germe può vivere in forma fluttuante nell'acqua o ancorata a biofilm (comunità batteriche inglobate in una matrice polimerica autoprodotta e adesa ad una superficie inerte). In tali strutture, Legionella trova sostentamento e protezione, in quanto non più esposta ad agenti ambientali quali biocidi, che altrimenti sarebbero in grado di uccidere o inibirne le forme vitali.

In condizioni ambientali non favorevoli non è assolutamente fonte di preoccupazione, qualora incontri invece condizioni ideali per riprodursi e colonizzare può creare rischi per la salute umana.

Le condizioni che favoriscono lo sviluppo di tali microrganismi sono:

• aumento moderato della temperatura (20 - 45°C)

 • vecchiezza e presenza di sedimenti nell’impianto idrici

 • ristagni d’acqua

 • presenza di biofilm ed incrostazioni in tubature, docce o rubinetti

 • rallentamenti o interruzioni del flusso idrico

• pH (5,4-9,2)

 • ambiente aerobico

• presenza di elementi nutritivi (alghe, amebe).

 

La legionellosi viene acquisita per via respiratoria mediante inalazione di aerosol (contenente Legionelle). I principali impianti generatori di aerosol correlati ad edifici comprendono: torri di raffreddamento, condensatori evaporativi, diffusori di docce, aeratori di rubinetti, vasche per idromassaggio, nebulizzatori ed umidificatori, impianti di climatizzazione dell’aria, apparecchiature per la respirazione assistita, idromassaggi, bagni turchi e aree adibite a sauna, fontane ornamentali, impianti di irrigazione di giardini, ecc.   Gli ambienti più a rischio sono quelli “indoor” ed in particolare le strutture comunitarie (ospedali, residenze per anziani, scuole, uffici, alberghi, campeggi, stabilimenti termali, mezzi di trasposto ecc.). Per non incorrere in rischio di infezioni (secondo quanto dice la  Gazzetta Ufficiale N. 28 del 4 Febbraio 2005), bisognerebbe disporre di un protocollo per il controllo e la manutenzione degli impianti dell’acqua sanitaria e di condizionamento dell’aria (con l'ausilio di un tecnico specializzato), in cui dovranno essere esaminate le caratteristiche degli impianti stessi, i punti critici (moltiplicazione batterica), gli interventi di manutenzione ordinaria, la procedura di sanificazione, il piano delle analisi per la ricerca di Legionella. Eseguire almeno una volta l'anno i campionamenti dalla rete idrica sanitaria e dall’impianto di condizionamento, in un numero rappresentativo di tutto l’impianto (idrico e di condizionamento ) e quindi definire il tipo di intervento da adottare in base ai risultati ottenuti, facendo riferimento alle indicazione della Gazzetta Ufficiale N. 28 del 4 Febbraio 2005

Seconda la normativa le analisi per il rischio di legionella deve essere eseguita in sede di prima valutazione del rischio;

  • prima che venga attuato un qualunque intervento di disinfezione o pratica preventiva (pulizia e/o disinfezione con qualunque metodo);
  • oppure a distanza di un tempo congruo dalla sua esecuzione (dopo circa 48 ore dall’avvenuta messa a regime dell’impianto post intervento).
  • Le analisi di laboratorio per la ricerca di legionella devono essere ripetute: in caso di interventi di bonifica; di modifiche sostanziali o interventi agli impianti;

 

Per le strutture a funzionamento stagionale, hotel alberghi campeggi piscine, il campionamento dovrà comunque essere sempre effettuato prima della riapertura.

Il laboratorio Studio Chimico Ambientale mette a disposizione la propria esperienza, effettuando sia il campionamento che la successiva determinazione, basandosi su un metodo ufficiale UNI EN ISO 11731, su acque di varie origini e utilizzi, depositi e sedimenti, incrostazioni, filtri, biofilm mediante tecnica classica, al fine di verificare la salubrità delle piscine, ristoranti, alberghi, impianti di aereazione, impianti idrici, vasche, impianti di condizionamento.